Nintendo dovrebbe diventare un “genere”?

Shigeru Miyamoto nintendo

Negli ultimi giorni Shigeru Miyamoto, uno dei nomi maggiormente legati al mondo Nintendo, ha rilasciato una serie di interviste di grandissimo interesse, permettendoci di poter tracciare una rotta abbastanza cerca di quella che sarà l’interpretazione evolutiva dei prodotti Nintendo nel corso del prossimo futuro.

In particolare, Miyamoto – intercettato dal Los Angeles Times – ha dichiarato di riconoscere nei prodotti Nintendo un “genere” a sè stante, contraddistinto dalla semplice volontà di far divertire la gente, piuttosto di far pensare loro di aver acquistato un prodotto cool, alla moda. Insomma, Miyamoto rivendica fortemente la presenza di Nintendo sul mercato come un brand autonomo e dalla forte riconoscibilità rispetto ai concorrenti, dimostrando come in casa Nintendo abbiano grande consapevolezza degli sforzi effettuati per proporre nei confronti della propria clientela i migliori hardware e software.

Non solo. “Nintendo non è un semplice elemento di una più grande industria videoludica” – avrebbe dichiarato Miyamoto al quotidiano americano per ribadire la sua posizione, invero già piuttosto chiara – “Penso che ci sia bisogno di riconoscere il genere Nintendo, che è quasi un’entità a sè”. Miyamoto ha poi parlato del fatto di non rifiutare la possibilità di architettare delle storie “serie”, ma di notare che, purtroppo, nel mondo dell’industria videoludica vi sarebbero troppi game designer eccessivamente preoccupati di far sembrare “cool” i loro giochi. Miyamoto ha dunque precisato di non saper dare una definizione precisa di tale parola, ricordando come, invece, per Nintendo sia molto più facile “farsi una risata” e “travestirsi da intrattenitori”, creando quindi dei prodotti divertenti, facili da usare, eccentrici.

In attesa che Miyamoto ci dimostri in che modo, nel prossimo futuro, desideri far divertire ancora i consumatori Nintendo, dai vertici societari della casa nipponica giungono ottime notizie per Satoru Iwata, confermato come presidente della società nonostante un andamento non certamente atteso delle vendite della Wii U.

Satoru Iwata dovrà pertanto condurre ulteriormente la nave Nintendo nei prossimi anni, cercando di accorciare le differenze commerciali che attualmente hanno distanziato da Nintendo la rivale Sony. Le cartucce con le quali caricare il fucile da caccia non mancano certamente, e al recente E3 di Los Angeles abbiamo potuto scorgere qualche esempio brillante: su tutti, The Legend of Zelda, Super Smash Bros e tanto, tanto altro ancora.

Non ci rimane quindi che attendere novità societarie succulente, e comprendere in che modo il management intende ridurre il gap sopra anticipato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.