Kirby e la Stoffa dell’Eroe

E’ un periodo di grandi ritorni per le mascotte Nintendo, a dicembre è stato il turno di Donkey Kong con il successone DK Country Returns, a fine anno sarà il turno di Link e Zelda (anche qui successo assicurato) e adesso è il momento di uno dei personaggi più sottovalutati, almeno qui in Occidente; stiamo parlando di Kirby.

In Kirby e la Stoffa dell’Eroe la nostra tenera pallina rosa per errore assorbe il frutto magico di un malvagio stregone, quando si risveglia si accorge che tutto è cambiato, tutto è diventato di stoffa. Kirby si troverà catapultato a Patch Land e dovrà salvare questo nuovo mondo dalle grinfie del temibile stregone.

 

Le caratteristiche peculiari di questo titolo sono due, le abilità di Kirby e le potenzialità del mondo di stoffa. Le prime sono gli elementi che hanno reso la pallina rosa una celebrità, in particolare la possibilità di assorbire determinati nemici guadagnandone le abilità (assorbendo uno spadaccino diventeremo spadaccini, e così via); le seconde costituiscono la novità e il punto forte di questo titolo.

Nel mondo di stoffa tutto è interagibile, il nostro personaggio è equipaggiato di un lazo che ci permette di tirare zip o sbottonare bottoni scoprendo nuove aree, inoltre Kirby essendo fatto di un semplice filo di lana può assumere forme diverse in base alle esigenze, come una tavola da Surf per attraversare il mare oppure un’astronave per volare.

Il titolo in questione presenta un sistema di controlli volutamente “old school”, comanderemo il nostro eroe, infatti, impugnando orizzontalmente il Wiimote, ci muoveremo con la croce direzionale, il tasto 1 attiverà il lazo e il tasto 2 il salto.

Graficamente il titolo sfoggia un comparto da paura, la grafica “di stoffa” rende alla grande e aiuta il giocatore a immergersi completamente nel gioco; nulla da dire per il comparto sonoro, da buon titolo Nintendo non c’è da dubitare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.