Nintendo Wii 2 la nuova console

Nintendo, dopo il grande successo della console Wii, sta si sta già organizzando per rilasciare una nuova console dedicata all’intrattenimento domestico, stiamo ovviamente parlando della seconda versione della Wii, la Nintendo Wii 2, il quale nome non è in realtà ancora stato ufficializzato.

Gli analisti calcolano che Nintendo tirerà fuori la nuova versione del suo giocattolino entro due anni.

Satoru Iwata, CEO Nintendo, non ha accennato ad alcun prodotto già definito; la progettazione non è ancora arrivata al punto da poter consentire la rivelazione di particolari sulle eventuali specifiche tecniche.
Molto probabilmente passerà del tempo prima che si possa sapere a cosa esattamente sta lavorando il team di sviluppo.

La Wii 2 si porta un pesante compito sulle spalle, quello di raddrizzare un dato complessivo di vendita in calo e di donare un po’ di aria fresca al settore. C’è solo una via possibile per tutto questo, l’HD!.

Si suppone che la Wii 2 avrà finalmente il supporto per giochi e film in full HD con risoluzione 1080p. Probabilmente nella console si troverà un lettore Blu Ray proprio come la Playstation 3.

Sicuramente la Wii 2 sarà dotata di un elaborato sistema anti pirateria e al momento dell’arrivo sul mercato della nuova versione, quella più vecchi subirà una pesante riduzione di prezzo.

Con l’arrivo della nuova “Nintendo Wii” si scatenerà di nuovo una concorrenza interessante tra Nintendo, Microsoft e Sony come del resto accade di tradizione ogni qualvolta una casa produttrice di console vuole mandare sul mercato un suo pezzo nuovo.

Altre caratteristiche importanti da citare sono i numerosi accessori e le nuove forme che assumerà.

Notizie interessanti arrivano anche dalla fonte di Maxconsole, la quale riporta che la Nintendo permetterà ai possessori di Wii di restituire la console in cambio di uno sconto sull’acquisto della nuova.

La data ufficiale di uscita della Console Nintendo Wii è prevista per settembre 2010, ma sicuramente si rilascerà minimo agli inizi del 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.