Nuove notizie sul nuovo attesissimo Zelda

RVL_ZeldaSS_logo_E3Dopo la presentazione andata non benissimo all’E3 (ricordiamo che il Wiimote e il Wii Motion Plus non rispondevano correttamente, il tutto causato da interferenze di linee wireless), le notizie sul nuovo “The legend of Zelda: Skyward Sword” si fanno semore più corpose, eccone un sunto:

  • Il gioco al momento non è ancora completo e non farà in tempo ad arrivare nei negozi entro la fine dell’anno. L’uscita è dunque fissata in un generico “2011″, a contrario di quanto annunciato lo scorso anno.
  • Il Link protagonista di questa avventura è nato e cresciuto in una pacifica isola volante chiamata Skyloft. Un giorno scopre per caso l’esistenza di un altro mondo al di sotto delle nuvole su cui vive, molto pericoloso e controllato dalle forze del male.
  • the-legend-of-zelda-skyward-sword-1-wii_004

  • La narrazione impone a Link continui viaggi da Skyloft alla terra sottostante. Nel primo trailer rilasciato è possibile vederlo gettarsi da una rupe in un mare di nuvole, uno dei momenti più importanti nella narrazione.
  • Il motivo per cui Link è chiamato a lasciare Skyloft è la Skyward Sword. Lo spirito di questa misteriosa spada può assumere le sembianze di una figura femminile (il famoso artwork rilasciato l’anno scorso)
  • the-legend-of-zelda-skyward-sword-1-wii_015

  • La Skyward Sword che da il nome al gioco può essere caricata grazie all’energia solare alzando verso l’alto il Wiimote ed è in grado di rilasciare un potente colpo a distanza.
  • Link per la prima volta nella serie può correre più velocemente del normale. Ogni scatto consuma un’apposita barra della stamina.
  • E’ possibile (e ci auguriamo) che le musiche presenti nella versione finale vengano suonate da una vera orchestra, esattamente come avvenuto con i due Super Mario Galaxy.
  • the-legend-of-zelda-skyward-sword-1-wii_013

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.